Domanda: il suolo può sparire?

Domanda: il suolo può sparire?

Il suolo non esiste semplicemente così, sorge e si sviluppa nel corso di anni. Questo processo è influenzato dalle condizioni meteorologiche, dalla roccia nel sottosuolo e da molti altri fattori. Per questo motivo il suolo ha caratteristiche molto diverse.

I suoli paludosi sono un tipo particolare di suolo. Si distinguono nettamente dagli altri tipi di suolo per la loro composizione chimica e per la loro genesi. Dal momento che sono impregnati di acqua, le parti vegetali morte non si decompongono.

Nei terreni paludosi cresce una flora unica nel suo genere, come ad esempio la torba. Le parti superiori della pianta crescono, mentre quelle inferiori muoiono. Dal muschio morto nasce il suolo di torba. Quest’ultimo è un ottimo fertilizzante per le piante. Nei periodi di guerra i suoli di torba venivano asciugati e utilizzati come combustibile per le stufe.

Un tempo in Svizzera esistevano vasti terreni paludosi. Oggi sono stati per lo più prosciugati e sono utilizzati nell’agricoltura. In seguito alla mancanza di acqua il suolo sparisce sempre di più. La torba interagisce con l’ossigeno presente nell’aria e si trasforma in CO2, un gas. Il risultato di questo processo può essere osservato nella pianura del fiume Linth o in quella del fiume Orbe, dove i pozzi, che una volta si trovavano a livello del suolo, ora si ergono ben al di sopra del terreno. Ciò dimostra quanto suolo è già sparito.

Un pozzo nei pressi di Altstätten SG. Un tempo questo pozzo si trovava a livello del suolo. Ora il terreno si è già ridotto di 1,5 metri. Fonte: Jonas Barandun, commons.wikimedia.com

Un pozzo nei pressi di Altstätten SG. Un tempo questo pozzo si trovava a livello del suolo. Ora il terreno si è già ridotto di 1,5 metri. Fonte: Jonas Barandun, commons.wikimedia.org

Fonti:

Il suolo dell’anno
Schweizer Bauer: Boden des Jahres
Fakten über Moorboden
Bodensystematik